privacy-whatsapp

Il popolare servizio di messaggistica WhatsApp ha deciso di aggiornare le politiche chiave che garantivano la sicurezza e la privacy degli utenti, un messaggio pop-up negli ultimi giorni chiedeva di accettare i nuovi termini e condizioni del servizio entro l’8 febbraio.

Molti utenti, per questo, hanno deciso di lasciare il popolare servizio di messaggistica a favore di applicazioni come Signal e Telegram, ma non è finita qui: venerdì è stata presentata una causa legale per motivi di privacy contro WhatsApp in India, dove si trova uno dei mercati più grandi del servizio. Il CEO di Telegram, Pavel Durov, ha segnalato un afflusso di 25 milioni di utenti in più da quando è stato fatto l’annuncio. Il motivo?

Ciò che è cambiato nell’app di whatsapp riguarda il discorso  delle chat con tecnologia endto-end, e le aziende che utilizzano i servizi di hosting di Facebook. Da oggi, le chat saranno accessibili a tali aziende per i propri scopi di marketing. Come sottolinea Alex Hern, redattore di tecnologia del Guardian nel Regno Unito, i cambiamenti non sono enormi, ma segnano un importante passo per integrare l’app di chat con Facebook.

Come sfuggire al controllo delle chat di Whatsapp?

Utilizza un gestore di password

Molti analisti affermano che il futuro della sicurezza è privo di password, con soluzioni come Trusona che eliminano nomi utente e password a favore dei codici QR e dell’autenticazione a due fattori. 

Puoi trasformare la tua password principale in una frase completa con tutti gli spazi e le lettere maiuscole corrette, ad esempio “Sono andato a Roma oggi“. Il gestore di password farà tutto il lavoro. Ogni volta che visiti un sito, verrà compilata automaticamente la tua password esistente o, se si tratta di un nuovo sito, creerà una password complessa per te. I gestori di password possono anche scansionare le tue password attuali per analizzare i punti deboli e consigliare versioni più forti conformi al caso.

Quando si sceglie un gestore di password, rivolgersi a società australiane, britanniche o statunitensi ed evitare quelle con sede fuori dalla Russia o dalla Cina. È anche meglio scegliere un prodotto che abbia molti utenti, come LastPass e One Password, perché è più probabile che eventuali vulnerabilità vengano rilevate rapidamente.

Implementare l’autenticazione a due fattori

L’autenticazione a due fattori o l’autenticazione a più fattori è un metodo di accesso che richiede due o più elementi di prova della tua identità per abilitare l’accesso. Il primo pezzo è solitamente un nome utente e una password e il secondo potrebbe essere un SMS o un’app, come Google Authenticator o Authy. Potresti trovare gli SMS più semplici da utilizzare, ma un’app di autenticazione è molto più sicura.

Usa una VPN

Infine,per ogni volta che non sei connesso sulla tua rete domestica o lavorativa dovresti utilizzare una VPN, una rete privata virtuale, che potegge la tua navigazione dallo spionaggio. Basta iscriversi ad uno dei servizi in abbonamento come NORDVPN o simili.

 

FONTE: The Guardian

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *