Articoli

fibra

Le due tecnologie di trasmissione dati più comuni sono l’ADSL e la Fibra Ottica. A oggi la scelta è dovuta alle esigenze personali di connessione, dalla copertura, e dalle tariffe stabilite dal singolo operatore. Vediamo insieme alcune differenze.

Cosa scegliere tra ADSL e FIBRA OTTICA?

Le due tipologie di connessione differiscono tra di loro per un solo motivo: la velocità della connessione internet.

  • L’ADSL: è nata con le linee telefoniche tradizionali e più vecchie ed è fatta essenzialmente in rame, per questa connessione serve ancora il doppino telefonico e può raggiungere al massimo 20/mbps;
  • La fibra ottica: progettata con polimeri vetrosi, è nata recentemente e si divide in due sottocategorie FTTC e FTTH:
  1. FTTC (Fiber To The Cabinet): il cavo in fibra ottica arriva fino dalla centralina di zona più vicina al luogo di fornitura del servizio.
  2. FTTH (Fiber To The Home) indica quelle connessioni in cui la rete in fibra ottica arriva fino all’abitazione o all’ufficio dell’utente.

Come scoprire la velocità della tua connessione

Ci sono molte tipologie di offerte a disposizione: Internet con telefono fisso, Internet senza telefono fisso, offerta ADSL o in fibra ottica. Insomma possiamo scegliere qualsiasi abbonamento, per cui è necessario conoscere le caratteristiche dei diversi prodotti e scegliere l’offerta Internet wi-fi più adatta alle tue esigenze.

Ecco 3 semplici step da seguire:

● Verifica copertura: ogni operatore fornisce una pagina web dedicata
● Velocità effettiva: scopri a quanti mbps stai navigando effettuando uno speed test sul nostro sito, subito dopo aver effettuato il servizio
● Costi: confronta le offerte ADSL sul nostro portale per scansionare tutte le promo disponibili

Cos’è il codice di migrazione?

Per passare a un nuovo operatore per la rete wi-fi di casa è necessario comunicare in fase di sottoscrizione della nuova offerta il codice di migrazione della tua linea Internet. Si tratta di un codice identificativo introdotto dell’AGCOM per velocizzare le pratiche del cambio operatore.

Come testare la copertura della rete

Le esigenze che riguardano la qualità del servizio internet possono variare da utente ad utente, ma non è la sola variabile che entra in gioco. In alcuni casi, anche se si necessita di una connessione stabile e veloce, ci sono degli impedimenti che non possono essere scavalcati. Nonostante l’impegno delle varie compagnie telefoniche, l’Italia non è ancora coperta al 100 % da una connessione fibra, e quindi ci sono casi in cui la richiesta per la massima velocità non può essere accolta, proprio perchè mancano le infrastrutture che servono per far funzionare il servizizo.

 

assicurazione

Non è passato molto dalla fine del 2020, ma già si iniziano a notare i primi cambiamenti: uno di questi riguarda il costo dell’assicurazione auto. Secondo le stime infatti sarebbe calato parecchio nel mese di febbraio 2021 (rispetto a febbraio 2019). Ma le ultime cifre dicono altro: il costo medio per assicurare un veicolo fino al mese scorso era in media 450 euro, ossia quasi il 15% in meno rispetto a febbraio 2020.

Ma il dato che più ha lasciato perplessi gli analisti riguarda il nuovo picco che si è alzato a marzzo, registrando un lieve aumento dei costi, che salgono di nuovo del 1,4%. I motivi possono essere molteplici, ma andiamo a guardare meglio la situazione da vicino.

Assicurazione auto: variazioni da inizio 2021

La fluttuazioni di gennaio 2021 fanno gridare ad un rialzo dei prezzi medi, anche perchè a febbraio la spesa media per il costo di un’assicurazione era di 450 euro. Anche se il trend è in crescita, bisogna in definitiva aspettare che la situazione si stabilizzi, considerando anche la variante Covid che non favorisce l’economia.

Il costo medio per ogni regione

I dati sono molto interessanti:

  • Emilia-Romagna: ha registrato il calo più importante (-16,5%)
  • Liguria: al secondo posto con il 16,4% in meno
  • Lazio: 15,80% in meno

Mentre per quanto riguarda la classifica delle regioni che hanno riscontrato un lieve cambiamento:

  • Valle d’Aosta -5,13%
  • Molise -9,70%
  • Basilicata -10,15%

Mentre con un calo del solo 12,13%, la Campania si riconfermacome il luogo dove la polizza costa di più. Per assicurare un auto ci vogliono circa 855 euro (circa l’+84,42% rispetto al  resto d’Italia). A seguire troviamo la Calabria con 590 euro e la Puglia al terzo con 530 euro.

Dove posso richiedere ulteriori informazioni?

In questi ultimi mesi, abbiamo assistito tutti alla nascita e sviluppo del COVID 19, per questo motivo richiedere un appuntamento in banca o con un consulente potrebbe essere difficile e pericoloso anche per la salute di intere famiglie. I nostri consulenti specializzati di Salvaconto però potranno intervenire subito grazie alle consulenze online e gratuite, e potranno assistervi in qualsiasi momento. Basta contattare il form con i propri dati per essere ricontattati gratuitamente e senza nessun impegno.