In precedenza, abbiamo visto cosa bisogna fare per ottenere la Cessione del Quinto di stipendio, il metodo più utilizzato per chi ha la necessità di liquidità nel breve termine. Oggi, invece, andremo a vedere cos’è il prestito con delega di pagamento. Questa tipologia di credito è disponibile anche per chi è già titolare di una cessione del quinto dello stipendio o della pensione, e permette di incrementare l’importo del prestito di un altro quinto.

Per questo particolare tipo di credito, tuttavia, esistono delle restrizioni a cui si va incontro: la rata di cessione del quinto e la rata del prestito con delega, tutte e due insieme, non possono superare i due quinti dello stipendio. Per questo, viene chiamato anche doppio quinto. Per fare un esempio pratico: la somma complessiva delle rate non dovrà superare il 40% dello stipendio o della pensione.

A chi è rivolto

Questa soluzione finanziaria è ideale per chi ha già sottoscritto una cessione del quinto e ha la necessità di richiedere una rimodulazione dell’importo del finanziamento, raddoppiando la rata già attiva se possibile. Per maggiori informazioni, tutta la normativa in merito ai finanziamenti è descritta nell’articolo 1269 del Codice Civile.

Così come la cessione del quinto, anche questo finanziamento è rilasciato attraverso una collaborazione tra banca e datore di lavoro. Il rimborso della rata, come consueto, verrà trattenuto direttamente dalla busta paga o dalla pensione, e viene erogato tramite assegno circolare o bonifico.

Per accedere al prestito con delega bisogna rientrare in una di queste tre categorie: lavoratori dipendenti, pubblici o privati. Inoltre, è disponibile anche per i pensionati INPS o INPDAP.

Quali sono i tempi massimi per estinguere il finanziamento

La durata massima del prestito prevista è di 120 mesi (circa dieci anni) e prevede il pagamento di una rata fissa per tutta la durata del prestito. In genere, si può ottenere fino ad un massimo di 60.000 euro se si rispettano tutte le caratteristiche.

Ricordiamo che questo è un tipo di prestito concesso anche ai “cattivi pagatori“, coloro che sono risultati essere protestati o pignorati.

Dove posso recarmi per avviare la pratica?

In questi ultimi mesi, abbiamo assistito tutti alla nascita e sviluppo del COVID 19, per questo motivo richiedere un appuntamento in banca o con un consulente potrebbe essere difficile e pericoloso anche per la salute di intere famiglie. I nostri consulenti specializzati di Salvaconto però potranno intervenire subito grazie alle consulenze online e gratuite, e potranno assistervi in qualsiasi momento. Basta contattare il form con i propri dati per essere ricontattati gratuitamente e senza nessun impegno.