Ecobonus 110: proroghe e problemi da risolvere

Se stai cercando informazioni per quanto riguarda gli ostacoli burocratici più comuni nell’ambito Ecobonus 110, Bonus Casa e Superbonus, Salvaconto ha raggruppato gran parte delle norme che regolamentano questi incentivi mettendo in risalto i problemi più comuni che enti e privati stanno riscontrando nel 2021.

Gli ostacoli Ecobonus 2021

Secondo quanto riportato da molti degli operatori specializzati, questo tipo di bonus deve essere affiancato in maniera obbligatoria da interventi di isolamento termico, ma ciò non sempre e’ possibile. Per questo, molti specialisti chiedono la riforma di questo obbligo, o addirittura l’eliminazione all’interno delle leggi da applicare.

Problema con certificazioni e materiali

Uno dei problemi più comuni riguarda la certificazione ambientale e i prezzari regionali. Alcune strutture e imprese stanno infatti chiedendo aiuto all’Ance nel tentativo di non cadere nel caos con i prezzi, sostenendo che si necessita un prezzario nazionale.

Problemi con le imprese e le fatture

I lavori saranno anche a costo 0 per i privati che decidono di richiedere il bonus, ma resta il fatto che le aziende che svolgono i lavori non hanno liquidità. La criticità riguarda soprattutto le imprese di piccole dimensioni, e dagli ultimi dati sembra che chi ci sta guadagnando siano solo quelle medio grandi o gestite da soggetti finanziari.

Estensione bonus ad alberghi e seconda casa

Ci sono delle distinzioni da fare, perché a quanto pare le seconde case sono escluse dalla ricezione del bonus solo se si ha a che fare con villette bifamiliari. Adesso pero’ sembra che il vento sia cambiato, e con una riforma l’incentivo si potrà  applicare anche alle seconde case, in dubbio ancora il futuro delle strutture alberghiere. Gli alberghi infatti, secondo indiscrezioni, potranno godere anche loro del bonus, ma non si sa ancora nulla di concreto a riguardo. Quasi impossibile invece l’estensione del superbonus ai beni delle aziende.

Problema con le banche e i crediti di imposta

Ci sono delle incongruenze anche per quanto riguarda i crediti di imposta, perché nel caso non saranno dovuti, a chi spetterà l’onere del pagamento? Secondo quanto riportato dal MEF, non sarà la banca a dover pagare, ma non e’ chiara comunque la situazione a riguardo e si aspetta un a rettifica della legge.