SALVACONTO FIBRA

Scopriamo la fibra ottica per la tua abitazione:

La fibra ottica indica un materiale costituito da filamenti vetrosi o polimerici realizzati in modo da poter condurre al loro interno la luce. Il suo maggiore utilizzo lo si trova nel settore delle telecomunicazioni. E’ disponibile sotto forma di cavi flessibili, immuni ai disturbi elettrici e alle condizioni atmosferiche più estreme ed esistono diverse tipologie di architettura per quanto riguarda la connessione ad internet:

Varie tipologie di fibra ottica

  • FTTN (Fiber to the Node);
  • FTTC (Fiber to the Cabinet);
  • FTTB (Fiber to the Bulding);
  • FTTH (Fiber to the Home);


Ogni tipo di connessione in Fibra, rispetto all’ADSL offre una maggiore velocità sia in download sia in upload e la stabilità del segnale necessaria per la fruizione di contenuti in streaming, anche in altissima qualità, il gaming online o le videochat. Le tecnologie più diffuse sono FTTH e FTTC. Ma andiamole a scoprire meglio nel dettaglio:

FTTN: Fiber To The Node (“fibra fino al nodo”). Un abbonamento di questo tipo significa che la fibra ottica è presente in un armadio molto lontano dall’abitazione; di conseguenza, i dati viaggeranno sul classico filo di rame. Ovviamente, “fibra in FTTN” ha prestazioni molto simili a quelle di una semplice connessione in rame, quindi non risulta essere sempre la scelta migliore.

FTTC: Fiber To The Cabinet (“fibra fino all’armadio stradale”). Da questa cabina vengono diramati poi i cavi che conducono alle singole abitazioni. Questi ultimi non sono più in fibra ottica, ma in rame. La FTTC è quindi mista, si presenta in fibra fino all’armadio stradale e prosegue in rame fino a dentro l’abitazione dell’utente.

FTTB: Fiber To The Building o Fiber To The Basement (“fibra ottica che arriva fino alla base di un edificio”), generalmente fino ai garage o in uno spazio comune. Per assicurare la connessione a internet, le singole abitazioni della struttura sono collegate alla rete in fibra ottica attraverso un piccolo tratto in rame.

FTTH: Fiber-To-The-Home (“fibra fino a casa”), presuppone un collegamento in fibra che raggiunge la singola abitazione, senza l’utilizzo di cavi di rame. Questa soluzione garantisce la massima velocità di trasmissione all’utente finale, che puo’ variare da un minimo di 10 Mbps fino a 10 Gbps.

Come attivare la fibra ottica

Se hai intenzione di attivare un nuovo servizio in fibra ottica, rispetto alla tradizionale ADSL, ecco i passaggi che devi eseguire.

1. Verifica la copertura nella tua zona

La copertura in fibra ottica raggiunge ormai quasi tutte le zone d’Italia. Per verificarla basta utilizzare questo servizio di comparazione e valutazione della linea offerto da Salvaconto.it, grazie al quale potrai scoprire se la tua abitazione e’ raggiunta dalla fibra, e quale tipo di tecnologia puoi richiedere.


2. Ricerca l’offerta fibra piu’ adatta alle tue esigenze

Grazie alle nostre promozioni, connettersi su fibra ottica non e’ mai stato cosi’ semplice. Scopri le offerte di tutti i principali operatori a partire da 19,90 euro al mese, modem incluso. L’attivazione del servizio è gratuita, cosi’ come la consulenza. Per poter ricevere informazioni o se vuoi attivare una promozione segui questo link