fibra

Le due tecnologie di trasmissione dati più comuni sono l’ADSL e la Fibra Ottica. A oggi la scelta è dovuta alle esigenze personali di connessione, dalla copertura, e dalle tariffe stabilite dal singolo operatore. Vediamo insieme alcune differenze.

Cosa scegliere tra ADSL e FIBRA OTTICA?

Le due tipologie di connessione differiscono tra di loro per un solo motivo: la velocità della connessione internet.

  • L’ADSL: è nata con le linee telefoniche tradizionali e più vecchie ed è fatta essenzialmente in rame, per questa connessione serve ancora il doppino telefonico e può raggiungere al massimo 20/mbps;
  • La fibra ottica: progettata con polimeri vetrosi, è nata recentemente e si divide in due sottocategorie FTTC e FTTH:
  1. FTTC (Fiber To The Cabinet): il cavo in fibra ottica arriva fino dalla centralina di zona più vicina al luogo di fornitura del servizio.
  2. FTTH (Fiber To The Home) indica quelle connessioni in cui la rete in fibra ottica arriva fino all’abitazione o all’ufficio dell’utente.

Come scoprire la velocità della tua connessione

Ci sono molte tipologie di offerte a disposizione: Internet con telefono fisso, Internet senza telefono fisso, offerta ADSL o in fibra ottica. Insomma possiamo scegliere qualsiasi abbonamento, per cui è necessario conoscere le caratteristiche dei diversi prodotti e scegliere l’offerta Internet wi-fi più adatta alle tue esigenze.

Ecco 3 semplici step da seguire:

● Verifica copertura: ogni operatore fornisce una pagina web dedicata
● Velocità effettiva: scopri a quanti mbps stai navigando effettuando uno speed test sul nostro sito, subito dopo aver effettuato il servizio
● Costi: confronta le offerte ADSL sul nostro portale per scansionare tutte le promo disponibili

Cos’è il codice di migrazione?

Per passare a un nuovo operatore per la rete wi-fi di casa è necessario comunicare in fase di sottoscrizione della nuova offerta il codice di migrazione della tua linea Internet. Si tratta di un codice identificativo introdotto dell’AGCOM per velocizzare le pratiche del cambio operatore.

Come testare la copertura della rete

Le esigenze che riguardano la qualità del servizio internet possono variare da utente ad utente, ma non è la sola variabile che entra in gioco. In alcuni casi, anche se si necessita di una connessione stabile e veloce, ci sono degli impedimenti che non possono essere scavalcati. Nonostante l’impegno delle varie compagnie telefoniche, l’Italia non è ancora coperta al 100 % da una connessione fibra, e quindi ci sono casi in cui la richiesta per la massima velocità non può essere accolta, proprio perchè mancano le infrastrutture che servono per far funzionare il servizizo.

 

wifi

Oggi e’ il momento di comprendere meglio la sicurezza digitale personale, in particolare cercheremo in pochi step di massimizzare la sicurezza del WIFI di casa con 3 semplici cose che ognuno di noi puo’ fare, prima di navigare liberamente sull’internet.

Impostare la sicurezza del WIFI

PASSO 1

Raccogli tutti i dispositivi che hai in casa (smartphone, tablet, e-reader, laptop, desktop, ecc.) e scarica tutti gli aggiornamenti disponibili, in modo cheil software di ognuno di questi risulti aggiornato e al riparo dagli ultimi exploit che minacciano la sicurezza interna dei dispositivi.

Gli aggiornamenti software contengono patch di sicurezza importanti. Questo processo di aggiornamento automatico e’ disponibile sia su Windows, che su macOS (e versioni recenti di OS X), iOS e Android. È un’attività prevalentemente passiva. In alcuni casi, potrebbe essere necessaria un’ora per ottenere il firmware più recente, ma la maggior parte del tempo può essere impiegata guardando un film o per dedicarsi ad altro. Assicurati solo di avere a portata di mano un cavo di ricarica disponibile.

 

PASSO 2

A meno che tu non abbia configurato personalmente la rete Wi-Fi, non puoi essere certo che sia sicura. Una rete Wi-Fi non crittografata, o con una password “standard“, potrebbe far connettere  persone o utenti indesiderati nella rete. Come risolvere? Cambia la password della rete Wi-Fi se e’ quella standard, altrimenti se non e’ impostata, creane subito una. Dopo averla creata, assicurati che sia configurata come “WPA2” (cio’ significa che crittograferà le connessioni). Se non sai impostare una password per il tuo router/modem, chiedi direttamente le istruzioni al tuo operatore di casa, o “googla” il numero del modello per le istruzioni. Installa gli aggiornamenti del firmware per il router, imposta una password di rete che incorpori una combinazione di lettere e numeri, quindi collega tutti i dispositivi alla nuova rete in modo che non si confondano.

PASSO 3

L’e-mail personale contiene la maggior parte dei nostri dati privati, come: iscrizioni ai siti web, dati della banca, ed e’ assolutamente obblligatorio aggiornare i dati per rimanere sempre protetti. La maggior parte dei nostri account viene ripristinata tramite la nostra e-mail e ci sono tonnellate di informazioni personali che i truffatori possono utilizzare per violare gli altri nostri account o rubare la nostra identità. Soprattutto se utilizzi Gmail, il tuo account di posta elettronica è legato praticamente a tutto ciò che fai su Internet. Avere una password di posta elettronica efficace è fondamentale.

Per i principianti avanzati, puoi iniziare ad approfondire l’autenticazione a due fattori e i gestori di password. Ma la priorità assoluta è semplicemente assicurarsi di non utilizzare password come “12345” o date di nascita.

 

5g

Il termine 5G (acronimo di 5a Generazione) indica l’insieme delle tecnologie di telefonia mobile, le cui caratteristiche definiscono la quinta generazione dei dispositivi per apparecchi come smartphone e tablet, con una significativa evoluzione rispetto alla tecnologia 4G/IMT-Advanced. La sua distribuzione globale si è avviata nel 2019.

La tecnologia 5G ha come obiettivo principale l’ottenimento di una maggiore efficienza e versatilità nel supporto delle applicazioni di rete, ecco cosa migliora:

  • L’ottimizzazione dell’uso delle risorse di rete mediante la definizione di sottoreti virtuali indipendenti per ogni tipologia di servizio;
  • La virtualizzazione di gran parte dei dispositivi di rete e una gestione dinamica della banda disponibile tramite sistemi automatizzati di tipo SDN;
  • La capacità di gestire una maggiore quantità di dispositivi per unità di superficie (circa 1 000 000 di dispositivi per km² contro i 1 000-100 000 per km² della rete 4G );
  • Supporto per la latenza, tempi di risposta in “tempo reale”, necessari per applicazioni che necessitano di una connessione stabile e veloce;
  • Una maggiore velocità di trasmissione dei dati, teoricamente fino a 10 gigabit al secondo (Gbit/s);
  • Una significativa riduzione del consumo energetico (90% in meno rispetto alla 4G per ogni bit trasmesso);

Una rete nata per essere veloce

Con queste caratteristiche, si prevede che le reti 5G, oltre al supporto della telefonia mobile, saranno utilizzate principalmente come soluzioni per internet anche a livello aziendale e residenziale, in concorrenza con gli ISP esistenti che forniscono servizi su rete fissa, e renderanno possibili nuove applicazioni (IoT) e nelle aree di machine learning.

Come i suoi predecessori, la rete 5G è una rete cellulare di tipo digitale, in cui la zona coperta dal servizio è suddivisa in piccole aree geografiche, e queste aree sono gestite da apparecchiature denominate celle.

Tutti i dispositivi 5G all’interno di una cella ricevono e trasmettono il segnale all’antenna locale, che a sua volta è collegata alla rete telefonica e a Internet tramite fibra ottica ad alta capacità o via ponte radio. Come in tutte le reti cellulari, i dispositivi mobili che si spostano da una cella all’altra vengono presi in carico automaticamente e in modo trasparente dalla nuova cella senza perdere il collegamento.

wifi

Il WiFi 6 è il risultato dell’evoluzione delle connessioni wireless negli ultimi anni. La sua sigla di riconoscimento è 802.11ax, e rappresenta la nuova generazione di WiFi che è stata rilasciata ufficialmente lo scorso dicembre 2019. Questo nuovo modo di connettersi alla rete porta inoltre con se nuovi device interessanti che garantiranno una connessione internet sempre più stabile e sicura.

Parlando di prestazioni, il nuovo WiFi 6 introduce importanti traguardi per quanto riguarda la velocità di trasmissione dei dati, decisamente superiore rispetto ai suoi predecessori. La percentuale ammonta a circa il 37% in più rispetto ai router attualmente presenti in commercio, e che sfruttano quindi il WiFi 5 (chiamato anche 802.11ac).

Per poter descrivere al meglio quali sono le migliorie che questa nuova modalità di connessione ha portato, bisogna confrontare i dati ottenuti dalla precedenti esperienze con router di 5a generazione. Ma vediamo di seguito quali sono le novità che hanno caratterizzato l’avvento del nuovo standard.

Ecco quali sono le novità introdotte da questa nuova tecnologia

Grazie alle nuove funzionalità introdotte dalla WiFi 6 ci sarà un incremento delle prestazioni immediato nelle zone in cui le reti precedentemente risultavano essere maggiormente congestionate. Tutto questo è possibile soprattutto grazie al nuovo standard , che utilizza delle nuove tecnologie IoT e permetta di evitare il problema della sovrapposizione delle reti e dei dispositivi connessi alla rete.

Ma andiamo a scoprire che cosa introduce di innovativo questo nuovo modo di connettersi alla rete, seguendo con attenzione i punti chiave che la caratterizzano:

  • I pacchetti scambiati dal server potranno contenere una maggiore quantità di dati
  • Prestazioni fino a 4 volte superiori (per quanto riguarda la questione della copertura come access point)
  • Stabilità superiore in ambienti esterni (grazie alla nuova tecnologia che elimina le interferenze e le reti sovrapposte)
  • Una maggiore larghezza di banda per singolo utente, quindi si potranno vedere in streaming video di qualità superiore, sfruttare meglio la realtà virtuale e il 4K
  • Gestione dei flussi di dati paralleli con un throughput maggiorato, per potersi connettere da più dispositivi senza perdere qualità di connessione
  • Aumentata la portata dello spettro raggiunto dall’access point, quindi oltre alle classiche connessioni da 2,4 GHz e 5 GHz, potranno essere sfruttate anche le bande da 1 GHz e 6 GHz

Come fare per acquistare un router con WIFI 6

In questi ultimi mesi, abbiamo assistito tutti alla nascita e sviluppo del COVID 19, per questo motivo trovare un prodotto che possa rispondere alle tue esigenze in un negozio fisico potrebbe essere difficile e pericoloso anche per la salute della tua famiglia. I nostri consulenti specializzati di Salvaconto però potranno chiarire ogni dubbio grazie a consulenze online e gratuite, e potranno assistervi in qualsiasi momento in base al problema descritto. Basta contattare il form con i propri dati per essere ricontattati gratuitamente e senza nessun impegno.