telefono fisso codice di migrazione

Codice di migrazione: cos’è, a cosa serve e dove trovarlo

Hai deciso di sottoscrivere una nuova offerta internet casa o di telefonia fissa e ti è stato chiesto il codice di migrazione? Non sai dove trovarlo? Non preoccuparti, la questione è davvero molto semplice. Il codice di migrazione è reperibile sia dal tuo operatore che dalle bollette che hai pagato e serve a velocizzare le operazioni di migrazione senza cambiare numero di telefono. Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’argomento.

Cos’è il codice di migrazione?

Il codice di migrazione è una serie di numeri e lettere che facilità il cambio di operatore di servizi di telefonia e internet. È stato introdotto con una delibera dell’AGCOM, la 204/07/CONS del 2007 ed è necessario per sottoscrivere un’offerta internet casa. Con il codice di migrazione è possibile cambiare offerta in maniera veloce, semplicemente comunicando il codice al nuovo gestore scelto.

Come è fatto un codice di migrazione?

Il codice di migrazione si compone di quattro parti che identificano gestore, numero di telefono e altre informazioni utili per rintracciare la tua fornitura. Calcolarlo o trovarlo è molto semplice perché basta effettuare una ricerca online o telefonare al proprio gestore per farselo comunicare. Generalmente è composto da numeri e lettere e la prima parte, detta COW, identifica chi è il tuo attuale gestore. Ecco come si compone un codice di migrazione.

1XX – 012345678 – 011 – X.

Le parti del codice

Le prime tre cifre sono il COW, ovvero il gestore che attualmente usi mentre le successive nove cifre sono il numero di telefono a te assegnato. La terza parte, composta da tre cifre è la risorsa ed è detta COS mentre a lettera finale è un Codice di Controllo che formalizza la serie.

Come si calcola e dove si trova il codice di migrazione?

Per calcolare il codice di migrazione è necessario conoscere il tuo gestore, il numero di telefono ed il codice del gestore presso cui desideri migrare. Online trovi numerosi servizi che consentono di calcolarlo anche se è sempre preferibile affidarsi al servizio clienti.

Di solito lo trovi riportato anche in bolletta oppure, a seconda del gestore presso cui ti sei affidato, può essere necessario formalizzare la richiesta tramite mail o fax. In ogni caso nessun gestore può rifiutarsi di fornirtelo perché deve evadere la tua richiesta in massimo ventiquattro ore.

Come si utilizza?

Inoltre il codice di migrazione può essere sottoposto ad un controllo di validità al momento del passaggio al nuovo gestore. Dovrai firmare un’informativa sulla privacy e in quel momento dovrai comunicare il tuo codice per avviare la migrazione. Se attivi un’offerta online, invece, dovrai semplicemente inserirlo nel modulo di contatto e inviare la richiesta. Se attivi l’offerta via telefono, infine, basterà comunicarlo all’operatore che ti guida nella formalizzazione del nuovo contratto di abbonamento.

Il codice di migrazione è una semplice chiave di accesso al nuovo operatore che velocizza le operazioni di passaggio e che ti permette di passare ad una nuova offerta senza dover cambiare numero di telefono. Il codice deve essere sempre a portata di mano anche nel caso in cui volessi tornare indietro, ovvero al precedente operatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *