Cambiare SIM da micro a nano

Cambiare SIM da micro a nano

Se hai acquistato un nuovo smartphone o tablet e possiedi già una vecchia SIM potresti aver bisogno di sostituirla perché lo slot di cui dispone il dispositivo è più recente. In particolare stiamo parlando di quella tesserina minuscola che va inserita nel dispositivo a cui corrispondono numero di telefono e nome del titolare. Oggi ci sono modelli predisposti per la sim NANO e modelli meno recenti che ospitano le SIM micro. Ecco quali sono le soluzioni per cambiare SIM da micro a nano.

1. Chiedi all’operatore

Ogni operatore telefonico permette di acquistare la nuova SIM per chi ha esigenze di usarla in formato nano senza cambiare numero di telefono. Questa operazione ha ovviamente un costo ma ci sono condizioni variabili che dipendono da operatore ad operatore. Il cambio di SIM da micro a nano è un’operazione che potrai svolgere facilmente in qualsiasi punto vendita specializzato con attivazione istantanea.

2. Acquista l’adattatore

Se non vuoi cambiare SIM per lasciarti la possibilità di utilizzarla su altri dispositivi ti basterà acquistare l’adattatore, una card che ospita la SIM più grande. Quindi richiedi la SIM nano con lo stesso numero e quella micro verrà disattivata. Se però volessi riutilizzare un dispositivo per SIM micro basterà inserire quella in formato nano nell’adattatore.

3. (SCONSIGLIATO) Taglia la SIM micro delle dimensioni di quella nano

C’è un’ultima strada percorribile che ci sentiamo di sconsigliare viste le conseguenze che potrebbe comportare. Si tratta del taglio della scheda SIM più grande per trasformarla in una più piccola. Questa è una soluzione casalinga che, come tutti i rimedi fai-da-te ha i suoi pro e contro.

Prima di procedere ti consigliamo di fare un bel backup salvando al sicuro tutti i dati contenuti nella SIM perché il rischio di rovinarla e perdere tutto è molto elevato. La procedura di per sé è molto semplice e ora la spieghiamo qui di seguito.

Basta disegnare a penna la sagoma della SIM più piccola sulla SIM più grande e poi provvedere al taglio delle linee seguendo perfettamente i tratti. Questa operazione prevede solamente l’eliminazione della plastica in eccesso che circonda i circuiti centrali. Li riconosci perché sono dorati e racchiusi in una piccolissima cornice.

4. Fai tagliare la SIM dai cutter specializzati

Se preferisci procedere tramite un professionista perché non ti senti sicuro potrai rivolgerti ad un centro specializzato in riparazioni e telefonia. Qui gli operatori dispongono del cosiddetto CUTTER che è uno strumento apposito per fare tagli piccoli e di precisione come quello sulla tua SIM card. I cutter sono disponibili anche online a pochi euro e sono lo strumento più adatto per il taglio. In ogni caso andrai a spendere una decina di euro per trasformare la tua SIM da micro a nano.

Visto il costo irrisorio di entrambe le opzioni valuta tu quale metodo preferisci ma, nel secondo caso, assicurati sempre di aver salvato i dati altrove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *