assicurazione rc familiare

L’RC familiare è uno dei principali servizi su cui l’utente vuole risparmiare, e ci sono molti modi in cui si può arrivare addirittura ad oltre il 40% sulla quota annuale. In sostanza, permette ai membri della famiglia di tagliare le spese sull’acquisto di una nuova polizza assicurativa quando ci sono più veicoli presenti nel nucleo familiare. Si andrà quindi ad utilizzare la classe di merito di un membro del nucleo familiare che ha già attiva un’assicurazione, utilizzando quel grado di appartenenza ed evitando cosi di partire dall’ultima classe di appartenenza.

I costi in chiaro

I dati che abbiamo estrapolato dai nostri preventivi hanno dimostrato che i soggetti che hanno già attiva un’assicurazione con la quattordicesima classe che decidono di passare ad una classe più vantaggiosa (utilizzando la legge Bersani), possono arrivare a risparmiare oltre 400 euro in un solo anno, mentre per una moto la media è superiore a 300 euro di risparmio all’anno.

Le RC auto in Europa (specialmente in Italia) sono spesso associate al meccanismo del “bonus / malus“. In alternativa esistono le RC Auto con franchigia, si tratta di contratti indipendenti dalla classe di merito che prevedono una quota.

Il mercato viene influenzato dall’area geografica, dall’età del conducente, gli anni di conseguimento della patente, il tipo di veicolo assicurato e la frequenza degli incidenti. In particolare quest’ultimo dato viene espresso secondo una scala costituita da varie posizioni, che possono essere perse o guadagnate dall’assicurato in base al numero dei sinistri. Tale posizione viene detta “classe di merito” ed evolve, in meglio o in peggio, ad ogni scadenza annuale. Il documento che certifica la classe di merito è detto attestato di rischio.

La rivalsa può essere esercitata nei seguenti casi:

  • Guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti;
  • Trasporto non conforme al codice della strada e alle indicazioni di utilizzo dell’automezzo;
  • Modifiche a parti omologate del veicolo e revisione del veicolo scaduta;
  • Patente del conducente inidonea al veicolo o non valida;
  • Quando vi sono vincoli sull’età del guidatore: conducente di età inferiore a quella prevista o conducente diverso da quello previsto a contratto;

Cosa succede per i veicoli a due ruote

Per quanto riguarda invece l’assicurazione per i motoveicoli, il costo medio che oscilla sul mercato in questi periodi varia da un totale di 700 euro fino a raggiungere 1000 in alcune regioni. Questa cifra può scendere fino a 400 euro per coloro che passano in prima classe tramite i metodi descritti sopra. Per ulteriori approfondimenti e preventivi richiedere una consulenza gratuita qui. 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *